Cosa bolle in pentola?

Ingredienti per 5/6 persone: 200 gr. di spinaci lessati e ben strizzati, 350 gr di ricotta, 1 uovo e 2 rossi, 70/80 gr parmigiano grattugiato, 40 gr di farina, 40 gr pangrattato, pepe macinato fresco, sale, noce moscata, burro, 150 g di gorgonzola dolce, 50 ml di panna liquida, parmigiano reggiano grattugiato.

 

In una ciotola capiente mescolare bene la ricotta con l’uovo ed i tuorli, metà farina, il pangrattato ed aggiungere sale, pepe e noce moscata. Tritare a coltello gli spinaci ben strizzati, unire all’impasto insieme al parmigiano reggiano, amalgamando bene. Con l’aiuto di due cucchiai formare delle quenelle, disporle su un tagliere infarinato cospargendole con altra farina e lasciar riposare un’oretta in frigo. Nel frattempo preparare la salsa al gorgonzola, sciogliendolo a bagnomaria con una noce di burro insieme alla panna liquida. Mettere sul fuoco una pentola con acqua salata e un paio di cucchiai d’olio e, al bollore, versarvi parte delle quenelles, ripetendo più volte l’operazione. Quando vengono a galla farle cuocere per un minuto, poi toglierle con la schiumarola e deporle sul piatto caldo da portata, sopra la crema al gorgonzola, versandovi sopra poco burro fuso. A piacere spolverarli con parmigiano grattugiato.

Posate BPosate Broggi, linea Gualtiero Marchesi

Seppioline al nero su crema di carciofi di Albenga: libera interpretazione di una ricetta dello chef Flavio Costa
La Pizza – interpretazione personale di un classico nazionale
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.