Cosa bolle in pentola?

Una ricetta di sicuro effetto questa delle patate Hasselback, nata in un hotel-ristorante di Stoccolma, lo Hasselbacken e da lì diffusasi prima in Svezia e poi in tutto il mondo occidentale. Moltissime sono le varianti, tanto da non essere in grado di verificare quale fosse quella originale: ricoperte da una panure di pangrattato ed erbe aromatiche oppure da formaggio fuso, le fettine intervallate da fettine di bacon, come ho scelto nella ricetta presentata.

Ingredienti per 4 persone: 1 patata media per persona, di forma regolare, 70 g di bacon affettato, timo fresco, 50 g di burro, sale di Cervia alle erbe aromatiche, pepe bianco in grani.

Lavare le patate e sbucciarle, dando una forma ovale e per renderle stabili, pareggiarne la parte inferiore. È possibile anche utilizzare patate non sbucciate, sempre che siano fresche e la pelle sia sottile. Disporre ai lati di una patata due spiedini di legno per facilitare il taglio ed affettare ciascuna patata sottile, lasciando le fette attaccate in basso. Preriscaldare il forno a 190°, ventilato. La ricetta base prevede di disporre su carta forno in una teglia, salare con il sale aromatizzato, condire con il burro fuso e una macinata di pepe, poi cospargere con le foglioline di timo.

La versione che ho preparato consiste nell’inserire fra le fette di patata delle fettine sottili di bacon, con l’aiuto di un coltellino, poi condire come indicato sopra.

Infornare per 45 minuti e servire subito come contorno per carni grigliate o arrostite: ben rosolate, croccanti fuori e morbidissime dentro, sono deliziose!

Patate Hassleback al centro versione semplice, ai lati con bacon

Bocconcini di filetto di maiale alla senape
Panettone gastronomico ai 6 cereali con pesce affumicato
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.