Cosa bolle in pentola?

Una ricetta americana, degli stati del sud, che viene gustata così com’è o anche in un panino. Ringrazio l’Osteria della Stazione di Milano dove l’ho gustata in occasione della festa di San Patrizio!

Ingredienti per 6 persone: spalla di maiale con cotenna (circa 2,5-3 kg, anche in 2 o 3 parti), 1 cucchiaino di cumino macinato, 1 spicchio d’aglio schiacciato, 1 cucchiaino di pepe nero macinato, 1 cucchiaio di paprika dolce, 1 cucchiaio di zucchero di canna, 1 cucchiaino di senape in polvere, salsa a base di aceto e senape (v. sotto).

Togliere la maggior parte del grasso dalle fette di spalla di maiale. Mescolare le spezie in una ciotolina, cospargerne la carne, massaggiandola bene per farle aderire bene. Lasciate marinare la carne per un paio d’ore o anche più in frigo, coperta con la pellicola. Tenere la carne a temperatura ambiente per un’oretta prima di cuocerla. Al momento di cucinare, scaldare il forno statico a 150°C, infornate la spalla di maiale, con il lato della cotenna verso l’alto, sovrapponendo le parti e cuocere per 5-6 ore.  La spalla è cotta quando il termometro da arrosto segna una temperatura interna di 75° (oppure si riesce facilmente ad inserire una forchetta nel mezzo). Estrarre dal forno la carne e coprire con alluminio, lasciandola riposare per mezzora. A questo punto “sfilacciare” la carne utilizzando una forchetta, eliminando i pezzi di grasso. Condire la carne con la salsa a base di aceto e servire tiepido, accompagnando con un’insalata o dal coleslaw.

Salsa con aceto e senape:

Ingredienti: 100 ml di aceto di mele, 80 g di senape forte, 150 g di ketchup (anche piccante), 3 cucchiai di zucchero di canna, 1 spicchio piccolo d’aglio schiacciato, ½ cucchiaino di sale, ½ cucchiaino di peperoncino in polvere, ½ cucchiaino di pepe macinato.

Unire tutti gli ingredienti in una piccola casseruola. Far bollire mescolando, poi abbassare il gas e far sobbollire per 5 minuti, continuando a mescolare. Aggiungere al pulled pork e mescolare bene qualche minuto prima di servire.

Sushi-burger
Farfalle al pesto di fave e pecorino con guanciale croccante
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.