Cosa bolle in pentola?

Ingredienti per 4 persone: 4 ossibuchi di vitello (meglio dal garretto posteriore), olio extra vergine di oliva, burro, ½ bicchiere di vino bianco secco, 1 tazza di brodo di carne bollente, farina, 1 spicchio d’aglio, prezzemolo, succo e scorza di mezzo limone, 1 filetto di acciuga sott’olio, sale e pepe macinato al momento.

Incidete i bordi di 4 ossibuchi alti 3/4 cm con 3 piccoli taglietti ciascuno per evitare che si arriccino durante la cottura. Infarinateli e scrollateli bene per eliminare l’eccesso di farina. In un largo tegame rosolateli in olio e burro per 3′ per lato. Salare entrambi i lati e versare il vino, facendo attenzione a non bagnare la carne, ma solo il fondo del tegame. Una volta sfumato il vino, aggiungere 2 mestoli di brodo caldo e controllare la cottura, tenendo il tegame coperto, girando frequentemente e bagnandoli di tanto in tanto con qualche cucchiaiata di brodo. Nel frattempo preparare la gremolata: tritare insieme un ciuffo di prezzemolo, uno spicchio d’aglio piccolo, un filetto di acciuga sott’olio e la buccia di mezzo limone. Unire il succo del mezzo limone e mescolare bene. Dopo un’ora e ¼ controllare la cottura infilzando la carne con la forchetta: se risulta tenera, regolare sale e pepe, unire il composto della gremolata, una noce di burro fresco e spegnere il gas. Mescolare ancora e servire ben caldo, accompagnato da risotto allo zafferano oppure da un buon purè di patate.

Torta di ricotta di Mirella
Gattò (gateau) di patate
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.