Cosa bolle in pentola?

Girellare per i padiglioni di Cibus lo scorso mese di maggio mi ha dato l’opportunità di venire a contatto con molte aziende di cui magari avevo sentito parlare, ma i cui prodotti non avevo mai avuto occasione di provare! Arrivati allo stand della pasta Filotea, un’azienda di Ancona, siamo rimasti affascinati dalla ricca varietà di pasta all’uovo presentata, dai pastai marchigiani non si parla di fettuccine o tagliatelle, ma di maccheroncini, la pasta è sottile e la confezione è davvero accattivante. Abbiamo avuto l’imbarazzo della scelta come bambini davanti ad un negozio di giocattoli, ma alla fine abbiamo scelto di provare le linguine con aglio e prezzemolo e quale migliore abbinamento del pesce? Gli allievi del nostro corso (corso di coppia per fortuna!) hanno molto gradito, e naturalmente anche noi!!

Ed ecco la ricetta.

Linguine aglio prezzemolo Filotea

Linguine aglio prezzemolo Filotea

Ingredienti per 4 persone: 250 g di linguine Filotea aglio e prezzemolo, 300 g di mazzancolle pulite, una dozzina di pomodori ciliegino, 1 spicchio d’aglio, prezzemolo fresco tritato, olio extravergine di oliva, sale, peperoncino a piacere.

Linguine aglio prezzemolo Filotea con mazzancolle e pomodorini di Pachino IGP

Linguine aglio prezzemolo Filotea con mazzancolle e pomodorini di Pachino IGP

Schiacciare l’aglio e rosolarlo in un wok con 4-5 cucchiai di olio extravergine e un pezzetto di peperoncino, versarvi i pomodorini tagliati in quarti, cuocere per qualche minuto, poi unire le mazzancolle tagliate a pezzetti. Lasciar insaporire, poi cuocere la pasta e saltarla insieme al condimento. Spolverare con il prezzemolo tritato e servire subito.

Enjoy!!

Linguine aglio prezzemolo Filotea con mazzancolle e pomodorini di Pachino IGP

Linguine aglio prezzemolo Filotea con mazzancolle e pomodorini di Pachino IGP

Trofie Le Gemme del Vesuvio con fichi e Finocchiona IGP
Il Salone Internazionale Roséxpo 2018 – 23 e 24 giugno dalle ore 16,30 Castello Carlo V - Lecce
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.