Cosa bolle in pentola?

 

Ingredienti: 1 Kg copertina di manzo, n. 12 paccheri del Pastificio Di Martino, 1 Kg di cipolle ramate di Montoro, 200 g di sedano, 200 g di carote, 100 g di gambetto di prosciutto, 100 g di lardo di Colonnata, 1 dl di Marsala, 1 l di brodo di carne, alloro, sale e pepe.

Pulire la carne in modo da ottenere una braciola [fetta di carne per fare arrotolati, ndr], massaggiarla con il lardo avvolgerla e legarla come un pezzo di carne.

Far imbiondire la mirepoix grassa nell’olio aggiungere la carne, le cipolle precedentemente tagliate a julienne e rosolare il tutto bene.

Sfumare con il marsala lasciar evaporare aggiungere brodo l’alloro e sale. Lasciar cuocere il tutto per circa 3 ore.

Cuocere 12 paccheri di numero in abbondante acqua salata per circa 8 min. e raffreddarli, farcirli con la carne della genovese tagliata a cubetti. All’ultimo momento terminare la cottura al forno a 180° per 4 minuti servire in un piatto fondo con la salsa genovese ottenuta e decorare con ciuffo di julienne di verdure croccanti. Buon appetito.

Grazie mille chef, e complimenti per il “brillante” successo!

Mazzancolle al cognac su crema di lenticchie al timo
INTERVISTA ALLO CHEF LUIGI TRAMONTANO
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.