Cosa bolle in pentola?

“La cucina dei Veneti” (Grafiche Antiga) è un corposo volume nato da un’accurata ricerca degli Ipssar del Veneto. Vengono così proposte ricette e prodotti della tradizione rivisti in chiave moderna. Troviamo ben 241 piatti realizzati da docenti ed ex allievi, oggi chef, con ricette ben descritte che utilizzano ingredienti tipici del territorio, alcune impegnative, altre più semplici da eseguire, ma sempre appetitose. Molto presente è il pesce, come molluschi, seppie, moscardini e cappe lunghe, gamberi e scampi, ma troviamo anche animali da cortile, caratteristici di una cucina con una notevole componente contadina, come coniglio, anatra, fagianella e gallina padovana. Non mancano contaminazioni altoatesine per gli chef provenienti da Ipssar della provincia bellunese che propongo diversi piatti provenienti da questa cultura.

Il pezzo forte di questo libro sono le fotografie: è splendidamente illustrato, e anche se leggendo le ricette ci può venire qualche dubbio se sperimentarle o meno, le foto ci vengono in aiuto perché di certo stimolano il nostro palato -oltreché il gusto estetico.

Troviamo per ogni area antipasti (come i semplici Asparagi e uova sode rivisitati, Crudo del Delta del Po, Carpaccio d’anatra con spuma di radicchio), per passare ai primi piatti molto creativi anche se della tradizione, come Risotto alle castraure (un tipo di carciofi piccoli che crescono nelle isole della laguna veneziana), Bigoli al ragù di anatra, o i più elaborati Cannelloni al nero con radicchio di Chioggia e gamberi di laguna, creati da Martino Scarpa, giovane patron del ristorante “Achille” al Cavallino. Anche le verdure utilizzate sono caratteristiche dell’area, per esempio i bruscandoli, le punte di pungitopo, il tarassaco ed altre erbe di campo.

Ogni sessione chiude con dolci creati o rielaborati dalla fantasia degli chef: La Spuma alle pesche bianche, la Torta pazientino al bicchiere, o la Ciambella di radicchio rosso e nocciole.

Inoltre a ogni piatto è abbinato un vino e indicata la stagionalità dei prodotti utilizzati. Insomma, un libro da leggere, da guardare e da tenere nella propria biblioteca culinaria per poter preparare ogni volta che si desidera per sé o per gli amici uno di questi splendidi piatti della grande tradizione culinaria veneta. [Recensione di Daniela Allocco]

“La cucina dei veneti”
Editore: Grafiche Antiga
Pagine: 560
Prezzo: 47,00
Valutazione (da 1 a 5 cappelli da cuoco):

Torta di mele e cannella
Cucina di tradizione del Piemonte
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.