Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 400 gr di puntarelle pronte o un grosso cespo di catalogna spigata, 6 filetti di acciughe sottolio, 1 o 2 spicchi d’aglio, 2 cucchiai di aceto di vino bianco o rosso, olio extra vergine di oliva, sale e pepe bianco macinato al momento.

Per preparare questo saporito contorno occorre un bel cespo di catalogna spigata, oppure delle puntarelle già pronte, che oggigiorno sono disponibili sui banchi dei supermercati anche fuori Roma. Per preparare le puntarelle in casa, tenere a portata di mano una ciotola con acqua e ghiaccio e, staccati i singoli germogli, pulirli, dividerli a metà per il lungo poi iniziare a sfilettarli. man mano che taglieremo i germogli, li metteremo nell’acqua col ghiaccio: in questo modo le puntarelle perderanno l’amarognolo ed assumeranno quell’arricciatura caratteristica. Scolare e asciugare bene. A questo punto prendere un pestello oppure più semplicemente un frullatore ad immersione ed emulsionare aglio, filetti di acciuga, qualche cucchiaiata di aceto e di olio extra vergine, una macinata di pepe e con questo condire le puntarelle, badano ad aggiungere poco sale, vista la sapidità delle acciughe. I veri romani ci mettono anche un profumo di mentuccia, ma è difficile da reperire fuori Roma e spesso viene confusa con la menta, che in questo piatto non c’entra proprio! Mescolare bene e servire in accompagnamento a piatti poco elaborati (pesce al forno o al vapore, carne ai ferri, formaggi, ecc).

Salsicce in padella con fagioli neri
Risotto al tastasal
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.