Cosa bolle in pentola?

I carciofi sono da sempre uno dei nostri ortaggi preferiti: sia cotti sia crudi, da soli o abbinati con formaggio. Stavolta sono un prodotto di eccellenza dalla Sardegna, il Carciofo Spinoso Sardo DOP, il più adatto ad essere consumato crudo!

In questo caso, la bottarga di muggine proviene dalla Grecia, con esattezza dalla zona di Missolungi, situata esattamente di fronte a Patrasso, dall’altra parte dello stretto di Corinto, zona di laghi costieri, dove vengono allevati i muggini e dove viene ancora preparata come nell’antichità.

Questa particolare bottarga ha dato un tocco originale alla nostra insalata, un gusto marino ma allo stesso tempo dolce: stagionata con la protezione di un guscio di cera d’api, la bottarga resta morbida e, necessitando di poco sale per la conservazione acquisisce una dolcezza particolare!

L’esecuzione del piatto, poi, è semplicissima e il conteggio calorico molto basso, ecco perché è molto adatto a chi è in dieta ipocalorica.

Ingredienti per 2 persone: 3 carciofi spinosi di Sardegna DOP, 3 cm circa di bottarga di muggine greca Avgotaraho, il succo di mezzo limone, olio extravergine di oliva, sale e pepe bianco in grani.

Mondare con cura eliminando le foglie dure e parte del gambo. Tornire i carciofi fino ad ottenere un cono che sia possibile consumare senza dover gettare parte delle foglie. Tenere in acqua acidulata fino al consumo, poi tagliare a metà, eliminare il fieno interno ed affettare sottili.

Condire con un’emulsione di olio extravergine, sale e succo di limone, macinare un poco di pepe ed aggiungere delle fettine sottili di bottarga greca, dopo aver eliminato la cera e la pellicina. Mescolare con cura e servire.

Enjoy!!

Insalata di carciofi spinosi sardi e bottarga di muggine

Insalata di carciofi spinosi sardi e bottarga di muggine

Panna cotta con zafferano e Pecorino Romano DOP
Sformati di topinambur con salsa di acciughe
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.