Cosa bolle in pentola?

Una storia dell’alimentazione in undici banchetti.

Il pranzo della festa, un saggio sul mondo dell’alimentazione iniziando dal mondo preistorico fino alle era moderna. L’autore Martin Jones, docente di Scienze archeologiche all’Università di Cambridge, e specializzato nello studio di frammenti archeologici di resti di cibo. fa una panoramica di come è cambiata la dieta degli esseri umani, partendo dai cacciatori fino ai recentissimi fast food o al forno a microonde, ci aiuta cosi a capire come si è evoluta la società umana attraverso il cibo. Tema principale è la condivisione del cibo che da epoche lontane è arrivato fino a noi, i rapporti tra i vari sessi, i cambiamenti di generazioni. Diviso in 11 banchetti, tocca le varie fasi dell’evoluzione umana, riportandoci indietro nel tempo e dando la possibilità di comprendere al meglio l’importanza del cibo. Iniziando dal banchetto tenuto a Boxgrove, nei pressi di Chichester, circa 500.000 anni fa da gruppo di cacciatori dell’età della pietra, poi quello a Capellades, Spagna, 46.000 anni fa di una comunità di uomini di Neanderthal, passando per quello di Messenia, sud della Grecia, circa 1200 a.C. dove Telemaco è ospite di Nestore, fino ad arrivare ai tempi moderni con un pranzo davanti alla tv a Portland, Oregon, 1954.

[Recensione di Daniela Allocco]

“Il pranzo della festa” di  Martin Jones

Prezzo: 22 euro

Editore: Garzanti

Pagine: 456

Valutazione (da 1 a 5 cappelli da cuoco):

Equo & Solidale
Le relazioni culinarie
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.