Cosa bolle in pentola?

The Kooks è un gruppo Brit-Pop di tendenza, infatti Villa Arconati era piena di giovani che ballavano al ritmo delle loro canzoni. Il nome della band, nata a Brighton nel 2005, è ispirato al titolo di una canzone di David Bowie. La loro musica riprende il filone dell’Indie Rock, ma riproposto con melodie più pop accattivanti, che li rendono molto interessanti per i più.

The Kooks on stage - Villa Arconati

The Kooks on stage – Villa Arconati

Il tour è collegato alla promozione del loro ultimo album, Listen, uscito nel 2014, ed ha toccato numerosissime città in tutto il mondo. Infatti, molte sono state le canzoni di questo album eseguite, come il loro singolo di punta See me now, intimista e toccante, o Forgive & Forget, un pezzo molto orecchiabile e ballabile. Ciò nonostante hanno suonato anche i pezzi più famosi del loro repertorio, rendendo il concerto completo. Ovviamente, il singolo che li ha resi celebri, Naive, è stato tenuto per la fine del concerto per salutare i loro fan giunti a Villa Arconati da tutta Italia.

The Kooks on stage - Villa Arconati

The Kooks on stage – Villa Arconati

Quest’avventura di poter assistere come inviata speciale ai concerti di Villa Arconati a Bollate è nata dalla collaborazione con Alti Formaggi, l’Associazione che si occupa della tutela dei formaggi DOP lombardi: Taleggio, Provolone Valpadana e Salva Cremasco. Come credo sappiate, da tempo scrivo ricette e mi è capitato di recente di utilizzare questi formaggi DOP in alcune ricette che sono piaciute all’associazione: così sono diventata un’inviata che dedica ricette, preparate con il Provolone Valpadana DOP, uno degli sponsor della manifestazione, ai cantanti o gruppi che si vanno esibendo sul palco di Villa Arconati.

Per i Kooks, gruppo di Brighton, località sulla Manica, cosa di meglio di una rivisitazione dei britannici “Fish & Chips”? ed ecco come li ho preparati!

Ingredienti per 3 persone: 450 g di pescatrice, una patata medio-grande, 150 g di Provolone Valpadana DOP dolce, 70 ml di birra, 2 albumi, circa 100 g di farina, sale, pepe, olio di arachidi per friggere.

Grattugiare le patate ed il Provolone Valpadana DOP grossolanamente. Preparare una pastella montando quasi a neve gli albumi ed aggiungendo, alternatamente, una cucchiaiata di farina, il sale e la birra. Terminare con una macinata a piacere di pepe bianco. Eliminare l’osso centrale alla pescatrice e tagliarla a tocchetti. Nel frattempo scaldare un pentolino di olio di arachidi e portare a temperatura (circa 140°). Immergere patate e formaggio grattugiati nella pastella ed estrarli a cucchiaiate, una volta pronto l’olio, friggendone poche alla volta per evitare che si attacchino. Una volta coloriti, estrarli con il ragno e continuare fino a terminare. Inserire i bocconcini della pescatrice nel resto della pastella e friggere anche questi in olio fondo, pochi alla volta per evitare che si attacchino fra loro.

Asciugare su carta per fritti e tenere in caldo in forno ventilato fino al momento di servire. Happy fish & CheeseChips!

Fish & CheeseChips con rana pescatrice (coda di rospo) e frittelle di patate e Provolone Valpadana DOP

Fish & CheeseChips con rana pescatrice (coda di rospo) e frittelle di patate e Provolone Valpadana DOP

Le Cene del Mercoledì a Porto Cesareo, Le Dune e Cosimo Russo
Il Café des Chefs al Pavillion France di Expo
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.