Cosa bolle in pentola?

Sono passati mesi, lo so, dall’evento organizzato da Rigoni di Asiago e Zafferano Leprotto per la presentazione di questa Limited Edition in tre diversi gusti, le pere, le albicocche ed il pompelmo rosa. Il progetto è stato fortemente voluto dalla marketing manager di Leprotto, ed è stato scelto di utilizzare il prodotto bio, vista la scelta ormai storica di Rigoni di Asiago.

Purtroppo, il tempo è fuggito e gli avvenimenti si sono accavallati in questi giorni di confinamento obbligato! Ora si comincia a vedere un po’ di luce, anche se molto, ma molto lontana, e affiora la voglia di dolce!

Ingredienti per una tortiera di cm 26: 2 uova medie, 350 g farina 00, 250 g burro, 100 g zucchero, 150 g cocco grattugiato, 1 vasetto di confettura di pere allo zafferano Leprotto, zucchero a velo.

Preparare la frolla mescolando prima farine e zucchero, poi il burro freddo tagliato a cubetti. Mescolare velocemente con le dita, poi unire le uova e con l’impasto formare una palla. Avvolgerla con la pellicola e farla riposare in frigo almeno mezz’ora.

 

Frolla al cocco con confettura di pere allo zafferano Leprotto Bio

Frolla al cocco con confettura di pere allo zafferano Leprotto Bio

Passato il tempo del riposo in frigorifero, stendere circa ⅔ dell’impasto fra due fogli di carta da forno, cercando di dare la forma tonda della teglia, poi bagnare e strizzare bene uno dei due fogli e disporlo nella teglia, poi coprirlo con la frolla. Pareggiare bene intorno al bordo e versarvi la confettura, poi disporvi le striscioline della frolla avanzata per la decorazione.

Cuocere in forno statico a 170° per 25 minuti e lasciar riposare altri 5 in forno. Sformare su un piatto da portata e… fare finta di avere degli ospiti!

Enjoy!!

Crostata al cocco con confettura di pere allo zafferano Leprotto

Crostata al cocco con confettura di pere allo zafferano Leprotto

Passata di cicerchie
Ravioli di cime di rapa
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.