Cosa bolle in pentola?

CREPES AL RADICCHIO DI TREVISO

Ingredienti per 8 persone. Per 16 crêpes : ¼ di litro di latte,  3 uova intere, 125 gr di farina 00, 20 gr di burro fuso, sale. Per il ripieno: 4 /5 cespi di radicchio di Treviso tardivo (quello rosso con le nervature bianche in rilievo), ½ salsiccia tipo luganega, oppure 50 gr di pancetta dolce, 1 scalogno, 1 dito di vino rosso, 50 gr di emmenthal, 30 gr di parmigiano reggiano grattugiato, besciamella fatta con ½ litro di latte, 30 gr di burro e 40 gr di farina 00, sale, pepe, noce moscata e fiocchetti di burro per gratinare.

Preparare le crêpes  mescolando bene gli ingredienti senza formare grumi e lasciar riposare al fresco mezzora. Nel frattempo, lavare e tagliare i cespi del radicchio, eliminando la parte dura della radice e cuocerli in una padella antiaderente dove avrete messo a rosolare lo scalogno tritato e la salsiccia spellata (oppure la pancetta tritata). Sfumare con il vino e salare, poi lasciare cuocere una decina di minuti incoperchiato,  mescolando di tanto in tanto. Preparare la besciamella scaldando burro e farina, aggiungere il latte caldo e mescolare con una frusta tenendo il fuoco basso per 7/8 minuti, unire sale, pepe e una grattatina di noce moscata. Unire radicchio, besciamella e l’emmenthal a scagliette. Preparare le crêpes con una padellina appena imburrata oppure con l’apposito strumento (Krups Suzette) e stendere il ripieno su ciascuna crêpe, piegandole a fazzoletto oppure arrotolandole. Disporle nella teglia imburrata con poca besciamella sul fondo, ricoprire con fiocchetti di burro e parmigiano. Se gradito, cospargere con poca besciamella. Cuocere per 20 minuti a 200° e servire calde.

Fajitas de pollo
Cous cous mediterraneo con gamberi
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.