Cosa bolle in pentola?

Una ricetta già sperimentata, la Crema di fave è un piatto tipico delle cucine siciliana e pugliese. Si tratta di una crema di fave, piatto povero della cultura contadina la cui preparazione risale all’antichità, conosciuto probabilmente già in epoca romana.

Stavolta la proviamo con un abbinamento inusuale, ma soprattutto preparata utilizzando un nuovo, potente elettrodomestico! La Soup Blender di Princess prepara zuppe, passati, ma anche frullati senza bisogno di mescolare in continuazione per stare attenti che la zuppa non si attacchi… da quando l’ho provata non ho più l’ansia di controllare in continuazione, basta un timer e ci si può dedicare ad altro! Ha anche la caratteristica di cucinare più velocemente, o almeno dà questa sensazione, forse perché nel frattempo si possono fare tantissime altre cose!

Ingredienti per 4 persone: 250 g di fave secche sgranate, 1 cipolla bianca piccola, 70 g di guanciale, germogli di rafano, olio extravergine di oliva, sale e pepe bianco in grani.

Mondare le fave, lavarle e metterle a bagno per una notte. Metterle nella Soup Blender coperte di acqua fredda ed avviarla premendo il tasto Heat and stir. Ogni tanto fermare la macchina e schiumare durante la cottura, aggiungendo poca acqua calda nel caso si asciughi troppo. Nel frattempo affettare la cipolla e stufarla in una padella con 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale ed altrettanta acqua e dopo 6-7 minuti aggiungerla alla crema preparata e, dopo circa mezzora totale, controllare la cottura e salare. Rosolare il guanciale tagliato a cubetti molto piccoli in un pentolino fino a farlo diventare croccante, asciugarlo sulla carta assorbente e disporlo al centro di ciascun piatto, insieme ad un ciuffetto di germogli di rafano e un giro di ottimo olio extravergine di oliva.

Enjoy!!

Crema di fave con guanciale croccante e germogli di rafano

Crema di fave con guanciale croccante e germogli di rafano

Torta di nocciole delle Langhe e cioccolato con zabajone al Vov
La Ristorazione Professionale a HOST
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.