Cosa bolle in pentola?

Ingredienti per 6 persone: pasta con spinaci (300 g farina 00 del Molino Chiavazza,  2 uova, 100 g di spinaci lessati, strizzati bene e tritati, sale), 200 g di ricotta vaccina, 100 g di mortadella, parmigiano grattugiato, ricotta affumicata a scaglie, 3 cespi di radicchio di Treviso, 1 scalogno, 1 cucchiaio di pancetta affumicata tritata, 1 uovo, sale e pepe macinato al momento, besciamella (30 g farina 00, 35 g burro, 400 g latte, sale, pepe, noce moscata).

Innanzitutto preparare la pasta con gli spinaci, stendendo la sfoglia non troppo sottile e dividendola in quadrati. Preparare una pentola con acqua salata e un cucchiaio d’olio e sbollentarvi la pasta per un minuto o due. Nel frattempo mondare e lavare il radicchio, dividere i cespi in quattro parti e farli a pezzetti, mondare e tritare lo scalogno e rosolarlo in una padella antiaderente insieme alla pancetta tritata e poco olio extra vergine di oliva. Cuocervi il radicchio per una decina di minuti, salare e far raffreddare. Tritare grossolanamente la mortadella, aggiungervi la ricotta e l’uovo, il parmigiano e la ricotta affumicata (nel caso sia difficile da reperire, utilizzare della scamorza affumicata), sale e pepe macinato al momento. Preparare la besciamella ed aggiungerne un cucchiaio o due al ripieno per renderlo più morbido. Utilizzare il frullatore ad immersione per il radicchio, aggiungerlo al composto e con questo farcire i quadrati di pasta, arrotolarli su sé stessi e disporli affiancati in una pirofila da forno imburrata. Ricoprirli con la besciamella e con fiocchetti di burro. Infornare per venti minuti circa in forno ventilato e dorare sotto il grill per altri 5 se necessario. Lasciar raffreddare qualche minuto e servire in tavola.

Frittata di asparagine
Lasagne di pesce
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.