Cosa bolle in pentola?

Ingredienti per 6 persone: 3 calamari medio-grandi, 60 g di ricotta, 3-4 cucchiai di pane grattugiato, uno scalogno, due spicchi d’aglio, prezzemolo, vino bianco secco, erba cipollina, una dozzina di pomodorini confit, pepe bianco appena macinato, olio extra vergine d’oliva, sale.

Preparazione: eviscerare e lavare bene i calamari, facendo attenzione a non romperli, eliminare la pellicina superficiale e tenere da parte i tentacoli e le alette. Tritare a coltello i tentacoli e le alette insieme all’aglio, allo scalogno, alle erbe, poi unire infine ¼ di bicchiere di vino bianco, sale, pepe e il pane grattugiato, in quantità tale da rendere l’impasto consistente ma non duro. Aggiungere un filo d’olio extra vergine di oliva e mescolare con la ricotta schiacciata con una forchetta. Con uno stuzzicadenti bucare il fondo dei calamari e aiutandosi con un cucchiaino inserire il ripieno nelle sacche dei calamari, avendo cura di non riempirli troppo per evitare che si rompano in cottura, e chiudere con uno stuzzicadenti. Disporre i calamari in una casseruola in ghisa, come quella ovale della foto, della Le Creuset, con uno spicchio d’aglio, i pomodorini confit tagliati a pezzetti e un poco di olio extra vergine di oliva. Rosolare da tutti i lati a fuoco vivo, poi bagnare con vino bianco secco e salare appena la superficie sia rosolata, poi abbassare la fiamma e cuocere una ventina di minuti, da tutti i lati, aggiungendo ogni tanto qualche cucchiaiata di fumetto di pesce. Si formerà una cremina, che, una volta intiepiditi ed affettati, sarà un ottimo condimento per il piatto. Decorare con prezzemolo tritato.

Moscardini in guazzetto
Maccheroni con gamberi, zucchine e pomodorini allo zafferano
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.