Cosa bolle in pentola?

Ingredienti per 6 persone: 1 pezzo di arista da circa 1.100-1.200 g, 1 rotolo di pasta sfoglia pronta, 1 o 2 scalogni, qualche rametto di timo, miele di melo, senape forte francese, semi di senape, mezzo bicchiere di vino bianco secco, amido di mais, brodo di carne, un uovo piccolo, olio extra vergine di oliva, sale e pepe in grani.

In una ciotolina mescolare 1 cucchiaio di miele di melo (non troppo dolce) e 2 cucchiai di senape. Ripulire la carne da grasso e filamenti, pararla e con un pennello di silicone ricoprirla uniformemente con il mix di senape e miele. Sbucciare gli scalogni e dividerli in 4 parti. Disporre l’arista in una pirofila di ghisa e rosolarla da tutti i lati insieme agli scalogni ed alle foglioline di timo. Una volta sigillata, salare, bagnare con vino e sfumare, continuando a rigirarla per una dozzina di minuti. A questo punto portare a cottura aggiungendo poco alla volta del brodo di carne e alla fine estrarre la carne e lasciarla intiepidire. Mettere nel bicchiere del frullatore ad immersione il fondo di cottura, unire un cucchiaino di semi di senape, una noce di burro e mezzo cucchiaino di Maizena®, frullare e tenere da parte. Spalmare sull’arista altra senape, sistemarla al centro della sfoglia ed avvolgerla con la pasta, lasciando dei piccoli fori laterali. Sistemare in una teglia da forno, spennellare la superficie con l’uovo sbattuto ed infornate in forno preriscaldato a 200°. Quando sarà dorata, spegnere ed estrarre dal forno, lasciando intiepidire prima di tagliare. Scaldare la salsina e ricoprirvi le fette.

 

La tovaglietta all’americana è di Creativitavola.

Spätzle bianchi alla pancetta
Besciamella tradizionale e per piatti di pesce
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.