Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 300 g di farina 00, 200 g di burro a pezzetti, 100 g di zucchero semolato, 75 g di cacao amaro, 1 uovo e 1 tuorlo, 1 pizzico di vaniglia, 4 pere.

Utilizzando dei guanti leggeri in lattice, lavorare velocemente in una ciotola con la punta delle dita la farina ed il cacao col burro ammorbidito poi aggiungere il tuorlo, l’uovo intero e lo zucchero. Aggiungere l’interno di mezza stecca di vaniglia. La pasta, che deve risultare liscia ed omogenea, va poi avvolta nella pellicola e lasciata in luogo fresco a riposare. Dopo circa un’ora, stendere poco più di metà della pasta in una tortiera bassa, fra due fogli di carta da forno, per evitare che, aggiungendo farina per stenderla, la pasta cambi consistenza. Bucherellarla coi rebbi di una forchetta e ricoprire con le pere sbucciate e tagliate a fettine, sovrapponendole a raggiera come delle tegole. Chiudere con un disco fatto col resto della pasta steso sempre fra due fogli di carta da forno, premendo bene intorno al bordo della tortiera e bucherellandola con uno stuzzicadenti. Infornare a 180° per 40 minuti in forno preriscaldato e farla intiepidire prima del taglio, altrimenti si sbriciola.

Quiche alle verdure primaverili
Malfatti ricotta e spinaci
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.