Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 150 g di farina antigrumi Molino Chiavazza, 150 g miscela farina e amido Molino Chiavazza, 150 g di zucchero, 100 g di burro, 2 uova, 2 tazzine di caffè ristretto e 1 di latte, 1 bustina di lievito per ½  kg d’impasto; per la crema: 150 g burro, 150 g zucchero a velo, ½ tazzina di caffè ristretto, 1 cucchiaino di polvere di caffè, la raschiatura di 1/3 di baccello di vaniglia.

Miscelare il lievito con i due tipi di farine. In una terrina alta versare il burro liquefatto e freddo con lo zucchero e miscelare con lo sbattitore elettrico, aggiungendo le uova ad una ad una, alternandole con cucchiaiate di farina, sino ad ottenere un impasto omogeneo. Fermare, aggiungere il caffè ed eventualmente il latte nel caso l’impasto risultasse troppo solido e proseguire ancora un paio di minuti. Travasare in teglia imburrata e spolverata di farina e passare subito in forno caldo. Tempo di cottura: 35-40 minuti a 180°, senza aprire lo sportello; lasciare il dolce, in forno spento e socchiuso, ancora per 5 minuti.

Nel frattempo il burro, rimasto a temperatura ambiente, si sarà ammorbidito; inserirlo insieme agli altri ingredienti in una ciotola ed utilizzare le fruste per miscelare il tutto. Dividere a metà la torta e farcirla con la crema, richiuderla e ricoprirla con la crema restante.

Quella fotografata è ottenuta con uno stampo di silicone già diviso a spicchi.

Strudel con verdure di primavera
Pasta e fagioli
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.