Cosa bolle in pentola?

Ingredienti per 4 persone: 350 g di riso Acquerello, 150 g di salmone affumicato, 150 g di besciamella leggera, 2 scalogni, ½ bicchiere di vino bianco secco, brodo vegetale, 1 cucchiaio di bacche rosa (dette pepe rosa), olio extravergine di oliva, 20 g di burro salato, sale, pepe bianco macinato al momento.

Tagliare il salmone a striscioline e schiacciare con la lama del coltello le bacche e tenere da parte. Mondare e affettare sottili i due scalogni, farli rosolare in una casseruola con olio extravergine di oliva, aggiungendo un paio di cucchiaiate di acqua per terminarne la cottura. Farvi tostare il riso Acquerello, finché diventa quasi trasparente, poi sfumarlo con il vino, alzando il fuoco per far evaporare la parte alcolica. Nel frattempo mescolare alla besciamella leggera tiepida quasi tutte le striscioline di salmone e tenere da parte. Aggiungere al riso il brodo bollente mestolo dopo mestolo e a circa metà cottura del riso aggiungere la besciamella con il salmone affumicato. Al termine della cottura il risotto deve risultare all’onda. Mantecare col burro salato, aggiungendo le bacche schiacciate e decorare con le striscioline di salmone affumicato tenute da parte.

Fettucce con cipolla rossa di Tropea e ‘nduja
Pilaf di riso basmati agli anacardi con gamberi alla paprika
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.