Cosa bolle in pentola?

Un corso di pasta fresca può significare tante opzioni, differenti preparazioni e ingredienti, ma come sapete, il pesce, di qualsiasi tipo, è il mio ingrediente preferito e questa volta ho proposto una tartare di branzino come ripieno e mazzancolle per condire. Sembra troppo? I miei allievi mi sono parsi contenti!!

Ravioli di branzino con mazzancolle e profumi ischitani

Ravioli di tartare di branzino con mazzancolle e profumi ischitani

Ingredienti per 6 persone: farina 00 150 g, semola rimacinata di grano duro 50 g, 1 cucchiaio di olio extravergine, 2 uova fresche intere, 1 bustina di nero di seppia, sale; per il ripieno i filetti di un branzino precedentemente abbattuto per 24 ore in freezer, un rametto di maggiorana fresca, un limone biologico, un ottimo olio extravergine di oliva delicato, sale, pepe bianco in grani. Per il condimento: mix di profumi ischitani, 300 g di mazzancolle, olio extravergine di oliva, prezzemolo.

Preparare la sfoglia disponendo la farina a fontana sulla spianatoia, ed inserendo le uova, il nero di seppia, un pizzico di sale e l’olio all’interno. Delicatamente, con l’aiuto di una forchetta, raccogliere la farina fino ad ottenere un impasto morbido, da lavorare a lungo aggiungendo altra farina se necessario. Quando la pasta è liscia, formare una palla, coprire con la pellicola e lasciar riposare per una mezzora.

Nel frattempo preparare la farcia, eliminando la pelle dai filetti e tritando la polpa del branzino a coltello con le foglioline di maggiorana e le zeste di limone, un filo d’olio extravergine, sale e pepe macinato al momento.

Dividere la pasta in due o tre parti e stendere poca sfoglia alla volta sulla spianatoia infarinata aiutandosi col matterello o con la macchinetta sfogliatrice, fino ad ottenere una sfoglia sottile. Con un coppa pasta tondo di 8 cm di diametro, ritagliare nella pasta dei dischi e porre un cucchiaino dell’impasto nel centro di ciascun disco. Inumidire il bordo esterno poi ripiegarlo a metà facendo combaciare i bordi e premendo con le dita o coi rebbi di una forchetta.

Cuocere pochi ravioli per volta in una casseruola larga in acqua salata con l’aggiunta di un cucchiaio di olio  per circa 3 minuti, poi condire in una casseruola dove saranno stati saltati dei gamberi a pezzetti con due pizzichi del mix di profumi ischitani ed olio extravergine. Far insaporire e servire immediatamente, cospargendo con prezzemolo tritato.

Enjoy!!

Ravioli di branzino con mazzancolle e profumi ischitani

Ravioli di tartare di branzino con mazzancolle e profumi ischitani

Tortino di pesce spada con caponata bianca su riso venere integrale e salsa di pomodorini alla menta
Torta di pere al cacao al profumo di arancia
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.