Cosa bolle in pentola?

Ingredienti per 4 persone: 4 quaglie di allevamento, 8 fettine di pancetta stesa tipo bacon, 1 salsiccia, 1 scalogno, qualche fogliolina di timo, 4 foglie di salvia, brandy, qualche cucchiaio di brodo di pollo, olio extra vergine di oliva, sale, pepe macinato al momento.

Fiammeggiare le quaglie per eliminare i residui del piumaggio e lavarne l’interno e la pelle. Dividere la salsiccia in 4 pezzi e farcirvi le quaglie. Disporre 2 fettine di pancetta sul tagliere ed arrotolarle intorno a ciascuna quaglia, facendo attenzione a “parare” soprattutto il petto, dove la pelle è più sottile, preparare dello spago da cucina, legarlo intorno a ciascuna quaglia e affrancarlo. Versare un velo d’olio in una padella, farvi rosolare appena appena lo scalogno mondato e tritato insieme alle foglioline di timo e la salvia, poi disporvi le quaglie, in modo che siano affiancate e rosolarle, facendole colorire da tutti i lati per qualche minuto, salare e pepare, poi sfumare col brandy. A questo punto, coprire la padella e lasciar cuocere un quarto d’ora, rigirando. Non dovrebbe essere necessario aggiungere più di qualche cucchiaiata di brodo, ma controllare che il fondo non si asciughi troppo. In caso aggiungere altro brodo. A fine cottura, togliere il coperchio, togliere le quaglie, tenerle in caldo, aggiungere una puntina di burro e di farina al fondo di cottura e cuocere mescolando con una frusta per u paio di minuti. Rimettere le quaglie a scaldare, servire con un poco di fondo di cottura o alla milanese, come decorazione sopra un risotto a piacere.

Tortino di broccolo verde romano
Crema di porri e patate
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.