Cosa bolle in pentola?

Ingredienti per 5-6 persone: una trentina di paccheri (⅔ di un pacco da mezzo kg circa), 3 melanzane violette, ½ kg di salsa di pomodoro fresco, 400 g circa di fior di latte, 1 confezione piccola di besciamella pronta Gran Cucina, pecorino romano o ricotta dura grattugiati, olio di arachide per friggere, olio extra vergine di oliva, basilico fresco, sale e pepe nero macinato al momento.

Tagliare 2 delle melanzane a cubetti e l’altra prima a fette di 2 mm circa, poi a bastoncino. Immergerle separatamente in ciotole con acqua fredda salata e lasciarle per un’ora circa, poi strizzarle ed asciugarle bene. Nel frattempo preparare la salsa di pomodoro, senza addensarla troppo ed una volta intiepidita, aggiungervi mezza confezione di besciamella, aggiustando di sale. Friggere le melanzane tenendo separati i dadini dalle striscioline e scolarle dall’olio su carta casa. Bollire i paccheri a poco più di metà cottura, in una pentola grande con molta acqua e un po’ di olio, mescolandoli con delicatezza per evitare che si rompano, scolarli col ramaiolo e disporli su un vassoio metallico unto d’olio per raffreddarli. Tagliare la mozzarella a cubetti e scolarla dal liquido in eccesso. Scegliere una teglia dove i paccheri restino in piedi e procedere al riempimento: prima delle melanzane a cubetti fritte, poi mozzarella, sugo con besciamella e rifinire con le melanzane a bastoncino fritte e un cucchiaino di pecorino o ricotta dura grattugiati. Una volta completata la preparazione, infornare in forno ventilato a 175° per una dozzina di minuti, poi accendere il grill medio per altri 3 minuti. Servire 4 o 5 paccheri a testa, cercando di tenerli in piedi, guarnendoli con basilico fresco.

Con questa ricetta partecipo al contest di Barbara: Get an aid in the kitchen

e al contest di Tina: Contest alla Norma

Polpettone agli aromi farcito
Fajitas al salmone
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.