Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 1 mazzo di bietole o di coste, 2 manciate di lenticchie ammollate in acqua fresca per 1 ora, 3 zucchine, 200 g di zucca mantovana, 2 patate, 1 broccoletto, ¼ di cavolo cappuccio, 1 porro, 1 cipolla bianca o gialla, 2 coste di sedano, 3 carote, scalogni, 1 spicchio d’aglio, 1 litro e ½ di brodo vegetale, olio extra vergine di oliva, timo fresco, qualche gambo di prezzemolo, peperoncino tritato, preparato per brodo granulare di verdure, sale.

Tagliare grossolanamente sedano, porro, carote, cipolla, gambi di prezzemolo e tritarli nel mixer con 1 spicchio d’aglio. Versare un velo d’olio extra vergine nel fondo di una pentola capiente, versarvi il trito e rosolare a fuoco basso, aggiungendo poca acqua per non bruciare il fondo. A questo punto aggiungere tutte le altre verdure, mondate, lavate e tagliate a tocchetti piccoli, le lenticchie scolate e fare insaporire a fuoco medio alto. Aggiungere il brodo caldo, il granulato di verdure, il peperoncino e cuocere per circa 45 minuti a fuoco basso. Sfogliare qualche rametto di timo nella minestra poco prima di spegnere il gas.

Una volta ultimata la cottura, usare il frullatore ad immersione per disfare i pezzi più grossi, regolare di sale, aggiungere un filo d’olio crudo e servire caldo o tiepido.

Spezzatino di vitellone con patate e finferli
Torta di pere e banane
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.