Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 5 melanzane viola, 4-5 spicchi d’aglio,  origano di Pantelleria, capperi  Bonomo&Giglio, olio di oliva o di arachide per friggere, un bicchiere di aceto di vino (meglio se casalingo), peperoncino tritato, timo, uno scalogno, sale grosso.

Affettare le melanzane con uno spessore di 2-3 cm e sovrapporre le fette salando ogni strato con poco sale grosso. Dopo un’ora circa, sciacquare le fette e tamponarle, poi friggerle in olio e disporle su carta assorbente. Predisporre gli ingredienti per la preparazione, affettando sottili gli spicchi d’aglio, tritando grossolanamente i capperi dissalati  mettendo in una ciotola l’origano. In un contenitore di vetro disporre le melanzane fritte a strati, insaporendole con pezzetti d’aglio, di peperoncino, di capperi e un pizzico di origano, fino a terminare le melanzane. Scaldare l’aceto con uno spicchio d’aglio schiacciato, lo scalogno a pezzetti, un peperoncino, un pizzico di origano e qualche rametto di timo, spegnere appena bolle e versare sulle melanzane. Sigillare con pellicola e riporre in frigo per almeno 3-4 giorni prima dell’utilizzo. Ottimo come antipasto, per accompagnare formaggi medio-stagionati o salumi.

Tartare di manzo con pesto ortolano
Spaghettoni Benedetto Cavalieri con profumi di Sicilia
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.