Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 5 zucchine, 2-3 cipollotti, 100 g di feta, una manciata di erbe miste tritate (menta, basilico, prezzemolo, maggiorana), 1 uovo e 1 albume, pane grattugiato, farina 00, olio per friggere (oliva o arachide), sale e pepe macinato al momento.

Lavare e grattugiare le zucchine e i cipollotti, unirli in una ciotola con la feta sbriciolata, le erbe tritate, sale, pepe, l’uovo e l’albume. Mescolare parti uguali di pane grattugiato e farina (circa 4 cucchiai ciascuno), unendole al composto con le mani, in modo da ottenere una consistenza adeguata per poter formare le polpette. Una volta il composto sia giusto, formare delle polpettine schiacciate e rotolarle nella farina, poi friggerle in poco olio caldo,  finché siano dorate. Lasciarle raffreddare un poco prima di servirle. Ottime con accompagnamento di tzatziki. (v. link ricetta)

Soqquadri Verrigni con pesto di pomodoro crudo
Soutzoukakia - Polpettine di carne greche di Smirne
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.