Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 4 cipolle bianche, pangrattato, origano, timo, prezzemolo, timo, olio extravergine di oliva, sale, pepe nero in grani, aceto di vino bianco.

Mondare le cipolle, da scegliere preferibilmente larghe e piatte, e tagliarle a metà nel senso orizzontale. Eliminare gli anelli centrali e tritarli, poi dividere in due parti le restanti foglie, in modo da ottenere 2 “vaschette” da ogni metà. Bollire in acqua bollente salata addizionata di aceto di vino (⅓ circa del totale) per 4 minuti circa, scolare e lasciarle raffreddare. Preparare la farcia con una decina di cucchiai di pangrattato, le erbe aromatiche sminuzzate, l’interno delle cipolle tritato, sale e pepe macinato al momento. Riempirvi le “vaschette” e disporle sulla leccarda del forno. Cospargere di olio extravergine e infornare in forno ventilato preriscaldato a 180° per 20 minuti. Servire calde o tiepide.

Tranci di coda di rospo con capperi
Pomodori ripieni di pesce – Scrigno del pescatore
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.