Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 500 gr di pasta di pane, 150 gr emmenthal, prezzemolo, paprika dolce, mezzo tubetto di concentrato di pomodoro, olive nere, origano, olio extra vergine di oliva.

Preparare la pasta di pane con 350 gr di farina Manitoba, 150 ml acqua, 1 cucchiaio d’olio extra vergine di oliva, 15 gr di sale, 5 gr di zucchero e 15 gr di lievito di birra. L’impasto deve risultare liscio ed elastico, pertanto lavorarlo con cura e farlo lievitare coperto da pellicola per mezzora. Lavorare ancora e formare di nuovo la palla che dovrà lievitare altri 20 minuti almeno. Una volta pronta la pasta, dividerla a metà e stenderla sulla spianatoia con un mattarello, formando un rettangolo. Durante la lievitazione  grattugiare grossolanamente l’emmenthal, tenerne da parte metà,  lavare e tritare il prezzemolo ed unirli in una ciotola insieme a 2 cucchiai di paprika dolce (se gradito, aggiungere anche poco peperoncino tritato). Cospargere metà della pasta con questo composto, ripiegarla a metà e stenderla nuovamente col mattarello, facendo in modo che le parti aderiscano, inglobando il ripieno. a questo punto, con l’aiuto di una rotella dentellata tagliare a strisce la pasta, formando dei bastoncini lunghi una decina di cm e larghi meno di due. Disporre sulla placca del forno unta e lasciar riposare una decina di minuti. Nel frattempo, lavorare la restante pasta con il concentrato di pomodoro, ottenendo una pasta rossa: eseguire la medesima procedura stendendola rettangolare, tritare le olive nere, mescolandole al resto del formaggio e ad una generosa manciata di origano e preparare i bastoncini rossi allo stesso modo. Infornare in forno preriscaldato a 200° per un quarto d’ora circa. Servire tiepidi o freddi con l’aperitivo.

Crema di porri e patate
Risotto al radicchio di Treviso con taleggio o gorgonzola
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.