Cosa bolle in pentola?


Ingredienti: 750 gr di crauti cappucci acidi in scatola, 500 gr di fagioli borlotti secchi, 3 patate, olio extra vergine di oliva, 1 spicchio d’aglio, 1 scalogno, 2 buone salsicce a grana grossa senza finocchio, 100 gr di pancetta affumicata, brodo di carne oppure acqua, un pizzico di semi di cumino, 1 foglia d’alloro, sale e pepe macinato al momento.

Tenere a bagno i fagioli per una notte in acqua fresca e poi lessarli in acqua fredda con dei semi di cumino. Bollire le patate e sbucciarle. Preparare un soffritto di aglio, scalogno e pancetta in una casseruola capiente, cuocerlo per qualche minuto, facendo attenzione che non si bruci ed eventualmente aggiungendo un poco di acqua, poi aggiungere i crauti, i semi di cumino, una foglia di alloro e due dita di vino bianco secco. Cuocerli per un’oretta (se i crauti acquistati sono precotti, solo per mezzora), mescolando frequentemente ed aggiungendo ancora acqua per non farli attaccare alla pentola. Passare al passaverdure le patate e metà dei fagioli, unire ai crauti, aggiustare di sale e pepe e poi aggiungere il resto dei fagioli bolliti. Unire circa mezzo litro di brodo o di acqua. La minestra deve risultare abbastanza densa ed è ancora più buona se mangiata il giorno dopo.

Crostata alle more con crema frangipane
Straccetti di vitello ai carciofi
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.