Cosa bolle in pentola?

In occasione del Salone del Gusto organizzato a Torino da Slow Food nel mese di settembre, l’azienda senese Sapori mi ha chiesto di interpretare i cantucci, il dolce toscano per eccellenza, a modo mio così, dopo aver fatto qualche prova, la mia scelta è stata questa, un quasi tiramisù alla toscana!

sapori-1832

Così il primo giorno del Salone del Gusto sono andata a Torino con un’amica, portando con me il fido mortaio in marmo di Carrara (altro richiamo toscano) che solitamente utilizzo per preparare il pesto! I partecipanti alla mia lezione, italiani e stranieri hanno molto gradito le spiegazioni, ma soprattutto il dolce!!

Crema al mascarpone con cantucci al Vin Santo

Crema al mascarpone con cantucci al Vin Santo

Ingredienti per 8-10 persone: 200 g di cantucci fra quelli alla mandorla e quelli con i pezzi di cioccolato, 2 tuorli d’uovo, 4 cucchiai di zucchero semolato, 250 g di mascarpone, un bicchiere scarso di Vin Santo.

Pestare grossolanamente i cantucci in un mortaio di marmo, tenendo da parte una decina di pezzi più grossi per la decorazione. Bagnare i restanti cantucci con un bicchierino di Vin Santo. Preparare la crema al mascarpone montando i tuorli con lo zucchero, finché il composto diventi quasi bianco, poi unirvi il resto del Vin Santo ed il mascarpone a cucchiaiate.

Preparare dei bicchierini monoporzione e disporre sul fondo di ciascuno una cucchiaiata di crema di mascarpone, disporvi dei cantucci bagnati nel Vin Santo e coprire con una mezza cucchiaiata di crema. Decorare con un pezzetto di cantuccio e servire.

Attenzione, crea dipendenza!

Enjoy!!

Crema al mascarpone con cantucci al Vin Santo

Crema al mascarpone con cantucci al Vin Santo

Pere glassate con mandorle tostate e cioccolato fondente
Polpettine di pollo allo zenzero
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.