Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 4 mele Ambrosia (nuova qualità di origine canadese, croccante e saporita, coltivata in Piemonte), 80 g di mandorle a lamelle, una dozzina di albicocche secche tagliate a piccoli pezzi, 3 cucchiai di marmellata di mele o prugne, 3 biscotti secchi sbriciolati, pasta frolla fatta con la dose base che trovate qui: http://www.lasignoradeifornelli.it/pasta-brise-e-pasta-frolla/

Lavare le mele e toglierne il torsolo con l’apposito attrezzo, allargando il foro e l’apertura superiore, ma senza sbucciarle. In una ciotola, mettere i pezzetti di albicocca, le mandorle a lamelle o in granella, la marmellata ed i biscotti sbriciolati. Riempire con questa farcia il foro del torsolo delle mele, premendo bene. Stendere la frolla in dischi regolari, mettere una mela al centro di ciascuno e chiudere la pasta tutta intorno, lasciando un paio di fori da dove possa uscire il vapore. Disporre su una teglia coperta di carta da forno ed infornare per 35/40 minuti. Per evitare che la frolla prenda troppo colore, coprire i fagottini con carta da forno leggermente inumidita e strizzata per metà del tempo di cottura, poi rimuoverla e lasciar dorare la superficie. Le mele Ambrosia resteranno sode e consistenti, con quel giusto grado di croccantezza che le contraddistingue dalle mele solitamente utilizzate per questo scopo, Golden o Renette, ma in alternativa si può scegliere qualsiasi altro tipo di mela.

Involtini panati
Rognoncini di vitello trifolati
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.