Cosa bolle in pentola?

Ingredienti per 5 persone: 25 code di gamberi, una ventina di asparagi verdi, 1 scalogno, 1 spicchio di aglio privato dell’anima centrale, ½ bicchiere di vino bianco secco, sale, pepe bianco macinato al momento, olio extravergine di oliva, uova di quaglia.

Preparare la salsa di asparagi pelando i gambi degli asparagi e tagliandoli a rondelle, lasciando circa 8 cm di punte da parte. Rosolare lo scalogno affettato in una padella antiaderente in olio extravergine di oliva, poi aggiungere i gambi, salare e lasciarli appassire delicatamente a fuoco basso. Bagnare con un mestolo di buon brodo vegetale e, dopo una decina di minuti, passarla al passaverdure sottile. Pulire le code di gamberi, inciderle sulla schiena per togliere il budellino, salarle, peparle pochissimo, rosolarle in padella con l’olio extravergine di oliva e lo spicchio di aglio in camicia facendo attenzione che non bruci. Dopo pochi istanti unire le punte di asparagi tagliate a metà in verticale e precedentemente appena sbollentate in acqua salata, bagnare con il vino bianco e lasciare evaporare. Versare la salsa a specchio su un piatto caldo, quindi disporvi le code e gli asparagi e guarnire con il un ovetto di quaglia.

 

Passatelli in brodo di cappone
Torta di fragole
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.