Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: un trancio di rana pescatrice per persona, ½ kg di patate blu, qualche rametto di timo, 2 scalogni, gambi di prezzemolo, due dita di vino bianco secco, olio extravergine di oliva Agriè, una puntina di cucchiaino di Maizena®, sale dolce di Cervia, pepe di Sechuan in grani.

Mondare gli scalogni e tritarli. Rosolare in un pentolino con poco olio extravergine di oliva insieme ai gambi di un paio di rametti di prezzemolo, poi aggiungere qualche cucchiaio d’acqua e continuare la cottura. Sciogliere in due dita di vino bianco la Maizena® e salare appena. Dopo un quarto d’ora circa frullare con il frullatore ad immersione e coprire. Sbucciare le patate, tagliarle a fette regolari di 2-3 mm, salarle e disporle sulla leccarda ricoperta da carta da forno, unta con olio extravergine. Profumarle con le foglioline di qualche rametto di timo fresco ed infornare in forno ventilato preriscaldato a 175°, cuocendo per 15 minuti circa. Estrarre dal forno, coprire le fette di patate con i tranci di pescatrice, condirli con la crema di scalogni e una generosa macinata di pepe di Sechuan e cuocere per altri 10-12 minuti. Servire appena tolto dal forno, accompagnando con la salsa restante.

Scones
Manzo brasato: con FoodSaver si risparmia!
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.