Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: un astice (fresco o surgelato) di circa 500 g, 380 g di spaghetti di qualità, 10 mezzi pomodori confit, uno spicchio d’aglio in camicia, mezzo bicchiere di un buon vino bianco secco, olio extravergine di oliva, sale, pepe nero macinato al momento oppure ½ peperoncino piccante, prezzemolo tritato.

Sbollentare l’astice in acqua bollente salata per 10 minuti, poi lasciarlo raffreddare e pulirlo estraendo la polpa dal carapace, con l’aiuto dell’apposito strumento o di uno schiaccianoci e delle pinze da pesce. Tenere da parte il carapace, per poterlo utilizzare per il fumetto di pesce. In una capiente padella salta pasta antiaderente preparare un leggero soffritto con lo spicchio d’aglio insieme a mezzo peperoncino e olio extravergine di oliva e, appena si sente il profumo di aglio, spegnere e far raffreddare, togliere lo spicchio d’aglio ed unire i pomodori confit, tagliati a pezzetti. Riaccendere il fuoco, far cuocere un paio di minuti i pomodori, salare ed unire l’astice tagliato a pezzi, abbastanza grandi da essere consistenti e poterli gustare. Nella ristorazione vi è la pratica di lasciare una chela intera per guarnire, ma è mia abitudine estrarre tutta la polpa per poterla insaporire al meglio. Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua bollente salata e scolarli un paio di minuti prima del tempo indicato, saltarli nella padella, aggiungendo un paio di cucchiai di acqua di cottura, spolverare con prezzemolo tritato e servire suddividendo i pezzi di astice.

Rana pescatrice al forno profumata al rafano
Minestra di piselli coi quadrucci all’uovo
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.