Cosa bolle in pentola?

Da qualche giorno, la pagina di Google mi suggeriva di leggere un articolo di Fine Dining Lovers sui risotti e proprio questo, proposto dallo chef Matteo Torretta del ristorante Asola di Milano, mi ha affascinata particolarmente. Certo, non ho le tecniche dello chef ed ho modificato degli ingredienti come al mio solito, ma il risultato è stato particolarmente interessante, ve lo propongo.

Ingredienti per 4 persone, per il brodo: 3 l di acqua, 100 g di prezzemolo, 1 carota piccola, 1 cipolla dorata, 200 g di pancetta tesa affumicata; 320 g di riso Carnaroli autentico, 300 g di pomodori datterini arrostiti, 100 g di guanciale, 50 g di scalogno, 100 g di Pecorino Romano DOP grattugiato, 80 g di burro, qualche foglia di basilico, pepe nero in grani, sale.

Per il brodo, inserire in una pentola capiente tutti gli ingredienti con acqua fredda, portare a bollore e lasciar sobbollire per un paio d’ore.

Tagliare a cubetti il guanciale e rosolarlo in una padella antiaderente finché diventi croccante. Frullare i pomodori datterini arrostiti ed inserire la salsa in un “biberon”.

Affettare lo scalogno (o la cipolla) e stufarlo in 3 cucchiai d’olio extravergine e 1 cucchiaio d’acqua. Dopo una decina di minuti tostarvi il riso. Una volta in temperatura, portare a cottura aggiungendo 1 mestolo del brodo ottenuto alla volta. Dopo circa 25 minuti, a cottura ultimata, mantecare con burro e pecorino e regolare sale e pepe

Decorare con gocce di salsa di pomodoro, il guanciale croccante e una foglia di basilico.

Enjoy!!

Riso Carnaroli autentico all'amatriciana

Riso Carnaroli autentico all’amatriciana

Nachos
Cheesecake all’Arancia Rossa di Sicilia
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.