Cosa bolle in pentola?

Ingredienti per 35 fagottini: 2 salsicce grandi, 2 mele renette, 25 ml di vino bianco secco, 120 g di ricotta (oppure pari peso di besciamella), 40 g di parmigiano reggiano grattugiato, noce moscata, 1 confezione di pasta fillo, una noce di burro, un cucchiaino di miele d’acacia, olio extravergine di oliva, sale, sale, pepe nero macinato al momento, qualche filo di erba cipollina (opzionale).

Scongelare la pasta fillo qualche ora prima dell’utilizzo, senza aprire la confezione. Spellare e sgranare le salsicce, poi scioglierla a fuoco basso in una padella antiaderente senza condimento, aggiungere il vino bianco e farlo evaporare. Dopo 5-6 minuti estrarre dalla padella e tenere da parte in caldo. Sbucciare le mele renette, tagliarle a cubetti e cuocerle per qualche minuto nella stessa padella con una noce di burro e il miele rigirando continuamente finché siano dorate ed aggiungerle alla salsiccia sbriciolata. In una ciotola mescolare la ricotta o la besciamella con il grana grattugiato, aggiungete anche il composto di salsiccia e mele, poi completare con sale, pepe e noce moscata.

A questo punto aprire la confezione della pasta fillo e preparare una ciotolina con olio di oliva ed un pennellino morbido. Con un coltello affilato tagliare i fogli in 4 rettangoli, tenere gli altri quadrati coperti con un panno appena inumidito o sotto la pellicola. Utilizzarne 2 per ogni fagottino, ungendone uno alla volta e sovrapponendoli. Suddividere il composto di mele e salsiccia e richiuderli formando dei fagottini, spennellarli ancora con un filo di olio di oliva e poi sistemarli in una teglia rivestita da carta da forno. Cuocere in forno caldo a 200°C per 15 minuti. Eventualmente avvolgere un filo di erba cipollina lungo il fagottino per rendere la presentazione più raffinata.

Zuppa di farro e fagioli
Funghi ripieni
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.